Dopo l’esordio in campo regionale in cui la Società Canottieri Palermo ha conquistato ben tredici ori, la squadra palermitana di canottaggio, guidata dal presidente Eduardo Traina e dal consigliere Dario Duca, sarà presente sabato 19 e domenica 20 marzo al 1° Meeting Nazionale di Piediluco con 8 equipaggi tra societari e misti.

Nelle acque del Lago di Piediluco, in Umbria, ci si aspetta per questo week-end una bella battaglia. I migliori vogatori provenienti da tutta Italia, fra oltre un migliaio di iscritti, si confronteranno per ottenere il miglior risultato in vista dei Campionati Italiani di giugno.

Gli equipaggi in gara.  Giorgia Lo Bue (nella foto a destra con la sorella serena), ritorna alle gare dopo uno stop per infortunio nelle due specialità selettive Singolo pesi leggeri under 23 (26 iscritti in tutto, comprese le numerose compagne di nazionale) e Doppio pesi leggeri under 23 con la compagna di squadra Viviana Lacagnina (11 equipaggi, per gran parte composti da atlete azzurre).

“Sono stata costretta a tornare tra i pesi leggeri e ad allenarmi in singolo soltanto un mese fa – afferma Giorgia Lo Bue, alla vigilia delle gare – dopo che mia sorella Serena è stata costretta a fermarsi per un piccolo problema fisico. Una decina di giorni fa hanno inoltre deciso che alla Trio ci sarebbe stato solo il gruppo  olimpico e quindi mi troverò a gareggiare con tutte le atlete che pensavo sarebbero state convocate. Sarà uno stimolo in più per testare il mio stato di forma – aggiunge Serena – proprio perché durante l’inverno ho preparato il due senza e non il singolo. Le avversarie da temere non sono poche, ci saranno due delle tre ragazze con le quali ho vinto il mondiale, una delle due  arrivate quarte in doppio al mondiale. sarà abbastanza dura e proverò a dare sempre il meglio di me stessa”.

Nel Singolo juniores con 69 equipaggi iscritti in gara anche Federico Amato: l’obiettivo è di entrare in semifinale ed in finale B.

Federico Amato, Gabriele Aquila, Angelo d’Amico, in Quattro di Coppia con il catanese Umberto Mignemi (17 equipaggi iscritti). L’obiettovo è quello di dare continuità al progetto di Federico in questa specialità (dopo la medaglia di Torino) verso la selezione per la maglia azzurra alla Coupe del la jeunesse, ma anche la costruzione dell’equipaggio societario nella stessa specialità ai Campionati italiani juniores, con l’innesto di un compagno di squadra della categoria ragazzi.

Nella difficilissima specialità del Singolo juniores con 32 equipaggi iscritti e nell’Otto con senior misto, in gara Marta Naselli con tante compagne di squadra azzurra di Giorgia. Le due gare hanno l’obiettivo di far fare ulteriore esperienza a Marta, dopo le medaglie in barche miste lunghe del 2015, per prepararla ai campionati italiani in proiezione pesi leggeri.

Infine, le più piccole della spedizione Francesca D’Angelo e Fiamma Cusumano, gareggeranno in Doppio Ragazzi, 25 equipaggi iscritti, ed in Quattro di Coppia ragazzi misto con la Lega Navale Italiana di Barletta, con due ragazze che hanno partecipato insieme con Francesca al Progetto Talenti di Formia a settembre 2015.

Condividi su: