Storia

Ai primi del mese di luglio del 1927 un giovane entusiasta del canottaggio, Santi Sapia, propose a due suoi soci, Paolo di Raffaele e Fernando Ferrara di fondare una società canottieri che si intitolasse alla loro Città e ne portasse i colori rosso e giallo, la proposta fu subito accolta e in brevissimo tempo una ventina circa di altri giovani si affiancarono ad essi. Il 1 settembre sorse così la “Società Canottieri Palermo”. Circa un anno dopo Vincenzo Arcuri, già validissimo campione del canottaggio palermitano prima del 1915, assunse la direzione della Società e dal 1928 al 1940, nonostante fosse impegnatissimo in multiformi attività, fu il vero protagonista del sodalizio. Egli ne fu presidente e realizzatore essenziale di tutte le attività sociali, allenò assiduamente gli equipaggi e, spesse volte come timoniere, li guidò ad importanti vittorie ed ambite prove, per i suoi giovani collaboratori, in ogni circostanza fu sempre incomparabile ed esemplare Maestro di rettitudine e capacità.

Dopo l’interruzione bellica 1940-1945 e la morte di Vincenzo Arcuri, avvenuta poco dopo, Nicola Siragusa ed Oscar Marsala, che a suo tempo erano stati primi soci fondatori iniziarono la riorganizzazione della società , il cui patrimonio era stato quasi totalmente distrutto dalla guerra, che aveva disperso i suoi componenti. Essi affidarono la presidenza a Michele Carella che dal 1907 al 1914 era stato il puù ammirato atleta del canottaggio palermitano. Antichi e nuovi Soci ricostruirono a loro spese il sodalizio, acquisendo la proprietà e, dirigendolo attraverso l’Assemblea dei Soci Fondatori, lo guidarono ancora verso molte lusinghiere affermazioni. Successivamente, nel 1958,dimostrando la loro larghezza di veduta rinunziarono alla proprietà del patrimonio sociale ed a molti privilegi facilitando così la partecipazione dei Soci di altre categorie alla direzione della Società ormai benissimo affermata.

Nel 1968 per adeguarsi alle nuove esigenze e meglio perseguire gli interessi sportivi, alcuni Soci Fondatori riunitisi in data 29/05/1968 costituiscono giuridicamente la “Società Canottieri Palermo” con atto pubblico ai roditi del Dr. Cesare Di Giovanni notaio in Palermo repertorio 153751 raccolta n. 6264.

Il 12.05.1974 i Soci Fondatori anora attivi nella vita sociale, confermando di agire unicamente nell’interesse del Sodalizio, al fine di meglio rilanciare il loro principale obiettivo di potenziare il canottaggio, hanno provveduto, con particolare sensibilità e notevolissime rinunzie a sancire diritti, a modificare lo Statuto compilato nel 1958 nella speranza di determinare ancor più e meglio una decisiva ampia, diretta e cosciente partecipazione di tutti i Soci alla direzione della Società.

SOCI FONDATORI
APRILE Giovanni
BONANNO Agostino
CACCIABUE Giacomo
CARELLA Michele
CHESSARI Franco
DAGNINO Aldo
DE CARO Franco
DENARO Giuseppe
FIORE Giovanni
FIORE Salvatore
LA FARINA Giuseppe
LA FARINA Riccardo
LA PORTA Vito
MARSALA Oscar
SAMMARTINO Ugo
SAPIA Santi
SIRAGUSA Nicolò
DE SIMONE Antonio
FAINI Bruno
FEDERICO Vincenzo
MONGIOVI’ Vittorio

Copyright 2015 Società Canottieri Palermo | Tutti i diritti riservati
Sito realizzato da Arancia ICT