Siviglia chiama, la Canottieri Palermo risponde. Per il terzo anno consecutivo, i master del club giallorosso sono volati nella capitale del flamenco per partecipare all’edizione numero tre della Sevilla International Rowing Master Regatta, gara internazionale che richiama atleti veterani da tutto il mondo. E, come gli altri anni, i “ragazzi” del tecnico Benedetto Vitale hanno detto la loro sulle acque del fiume Guadalquivir. Per loro tanti piazzamenti importanti, ma nessuna vittoria.
 
Miglior risultato per Giuseppe Castronovo, secondo nel singolo “H”: reduce dal bronzo ai Campionati italiani del mare disputati lo scorso fine settimana sul lago di Garda, lo sculler classe 1948 ha confermato di essere tra i migliori atleti della sua categoria. Inarrestabile Alessandro Santangelo, protagonista di quattro regate: per lui un quarto posto nel singolo “B”, bissato nel doppio “C” con Serjo Aguilera. Poi, terza piazza nel quattro senza “B” insieme all’ex campione del mondo Luca Moncada, socio onorario della Sc Palermo, Filippo D’Amico e Jesus Medina, e pure nell’otto formato da José Antonio Martin, Luca Moncada, Sergio Aguilera, Sisto Bosco, Filippo D’Amico, Dario Lanza, Juamba Romero e dal timoniere Leandro Martin
 
“In questo tipo di regata conta solo il vincitore e non ci sono piazzamenti sul podio, però abbiamo fatto delle bellissime gare”, spiega Sisto Bosco, bandiera della società del presidente Traina e tra gli artefici della rinascita del canottaggio master palermitano. “Qui il livello è ogni anno più alto, però c’è sempre tanta voglia di divertirsi e di gareggiare insieme”.
L’impegno dei master della Canottieri Palermo non finisce qui: domenica sbarcano a Varese per una nuova tappa del Campionato italiano di fondo.
 
 

Fonte: www.rowingsicilia.org

SHARE IT: